Settimana di condivisione 2019


Anche quest'anno abbiamo deciso di proporre una settimana di vacanza-lavoro in fraternità all'Eremo Pavoniano "La Cappuccina".
Le date sono: da venerdì 9 a venerdì 16 agosto. Il tutto sarà in autogestione (ciascuno lascerà un'offerta libera).
L'esperienza sarà all'insegna della condivisione: lavoreremo, pregheremo, ci rilasseremo, faremo delle uscite, dei laboratori... il tutto insieme, nella massima serenità e fraternità.
L'invito è rivolto a chiunque volesse partecipare (religiosi, laici, figli, ragazzi, giovani) e a tal riguardo si prega di pubblicizzare l'iniziativa.
Per motivi di organizzazione, preghiamo di dare la propria adesione a p. Carlo Cavatton (disponibile anche per chiarimenti) entro e non oltre domenica 28 luglio.

La Commissione di Pastorale Giovanile e Vocazionale Pavoniana

Vacanze Cappuccina 2019



Agenda di giugno 2019


- 2: A Roma, parrocchia di San Barnaba, celebrazione del 50° anniversario di ordinazione di p. Mario Bertola;
- 9: Festa degli ex alunni di Pavia;
- 9: Celebrazione a Brescia del 60° anniversario di ordinazione di p. Giuseppe Regazzoni e il 25° anniversario di ordinazione di p. Antonio Frison;
- 3-6: Il p. Superiore generale visita la comunità di Trento;
- 10-14: Il p. Superiore generale visita la comunità di Milano;
- 15-19: Il p. Superiore generale visita la comunità di Monza;
- 16: Celebrazione del 40° anniversario di ordinazione di p. Walter Mattevi a Trento;
- 23: Celebrazione del 50° anniversario di ordinazione di p. Agostino Damonte ad Arenzano;
- 24: Esercizi spirituali annuali per i religiosi dell’Eritrea a Dekemhare;
- 29: Celebrazione del 50° anniversario di ordinazione di p. Agostino Damonte a Valladolid.



14-16 giugno: MEMORIAL BASKET fr. BRAMBILLA


MILANO: TORNA IL TORNEO PAVONIANO

Quando la pallacanestro non era ancora diventata basket il Torneo Pavoniano era un punto di riferimento importante per tutti gli appassionati milanesi e non solo. Era un appuntamento al quale non si poteva mancare: su quel campo all’aperto di via Giusti, nel quartiere di via Paolo Sarpi, si incrociavano tutti gli addetti ai lavori che facevano la fila per entrare a bordo asfalto e ammirare all’opera i più forti giocatori del tempo. Grazie alla passione e alla lungimiranza di un personaggio come Fratel Brambilla il Torneo Pavoniano era diventato, nell’estate degli anni ’60 e ’70, la cattedrale del basket nazionale. Squadre di serie A italiane assieme a squadre delle serie minori, poi ancora rappresentative americane che coach Mc Gregor portava in tournee per mostrare giocatori che poi avrebbero fatto fortuna in Europa.
Era un mondo a sé stante, qualcosa di speciale dal sapore unico, tutto questo grazie al carisma di Fratel Brambilla, un uomo che precorreva i tempi, che guardava al futuro con un’umanità unica. Poi il tempo ha fatto la sua storia: il torneo ha smesso di esistere, quel campo all’aperto oggi non c’è più. Non c’è più neanche Fratel Brambilla. Che però nella memoria di chi lo ha conosciuto e frequentato non ha mai cessato di esistere. Ecco il significato del ritorno di questo torneo: ritrovare i valori del passato legati a Fratel Brambilla. Sarà l’edizione numero 19, si disputerà al Pala Pavoni di via Crespi a Milano, sarà il Memorial Fratel Brambilla ma anche quello che ricorderà un uomo speciale come Arnaldo Taurisano, allenatore che ha fatto la storia della nostra pallacanestro e che proprio al Pavoniano ha mosso i suoi primi passi.
L’appuntamento è per il weekend che va dal 14 al 16 giugno. Segnatelo sull’agenda: il Torneo Pavoniano is back!

Memorial Fr. Brambilla: IL PROGRAMMA



GioFest 2019 - La GUIDA alla giornata


Vademecum per l'evento di Milano del 17 maggio.

La GUIDA alla giornata



Ex Brescia • 94ma festa sociale


Carissimi, domenica 2 giugno 2019 ci ritroveremo in Pavoniana per festeggiare assieme i 94 anni della nostra Associazione Ex Allievi e Amici. Cercheremo di trascorrere una giornata in serenità, ricambiandoci i saluti e ricordando gli amici dei tempi di gioventù.

- ore 9.00 ritrovo con rinfresco di benvenuto;
- ore 10.00 assemblea dei partecipanti con vari interventi;
- ore 11.30 Santa Messa;
- al termine gruppo fotografico sul sagrato della chiesa;
- ore 13.00 pranzo presso l’Istituto

gli amici Ex Allievi

Domenica 2 giugno 2019
94ma Festa Sociale - INVITO



Agenda di maggio 2019


- 11 Festa degli ex allievi a Genova;
- 11 Assemblea della famiglia Pavoniana della provincia spagnola a Valladolid;
- 12 Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni. A Brescia riceveranno il ministero dell’accolitato fr. Ziad e fr. Rustom e quello del lettorato fr. Michael;
- 15 Il p. Superiore generale ritorna dalla visita alle comunità di Spagna;
- 17 Gio Fest Pavoni (6a edizione) a Milano;
- 19 Inizio della novena a San Lodovico Pavoni;
- 22-24 Il p. Superiore generale partecipa a Roma all’incontro semestrale dei Superiori generali;
- 25 Adorazione pavoniana, 24 ore 'non stop' (cfr. orari allegati);
- 26 Professione perpetua di fr. Jean Pierre Lompo in Burkina;
- 26 Festa di San Lodovico Pavoni ad Alfianello;
- 26 Camminata pavoniana della Provincia spagnola a Madrid;
- 28 Festa liturgica di San Lodovico Pavoni;
- 28 Inizio del NOVIZIATO nelle Filippine.



Artogne • Museo Pavoni


Serata per il decennale

Il 27 aprile 2009 è stato inaugurato il Museo della Stampa “Il Segno tipografico Lodovico pavoni” collocato in un territorio particolarmente ispirato alla comunicazione visiva: fu, infatti, l’antica arte camuna con le incisioni rupestri della Valle Camonica ad inaugurare una rappresentazione grafica impressa e scolpita sulla pietra. Divenne poi metodo educativo per la crescita personale grazie all’intuizione del canonico bresciano Lodovico Pavoni che per primo in Italia, nel 1821, fondò una scuola tipografica.
Ideatore, animatore instancabile e presidente del Museo è Simone Quetti, oggi 81enne, che da ragazzo fu allievo dei Pavoniani, imparando quell’arte della tipografia che era fin dall’inizio nel dna della Scuola tecnica per i giovani voluta dal Canonico-sacerdote che, tramite un lavoro qualificato e importante, aiutava i ragazzi a diventare uomini capaci e competenti. Simone ha iniziato una paziente raccolta di macchinari, strumenti, documenti, legati al mondo della stampa, partendo da un antico torchio da stampa datato 1848, l’anno prima di quello in cui i bresciani dettero vita alla resistenza delle “Dieci giornate”, quando Pavoni con i suoi ragazzi riparò a Saiano in Franciacorta, morendo poco dopo di polmonite. In questi 10 anni Simone Quetti ha ricordato con profondità la figura di colui che ha sempre considerato più di un Padre spirituale, con la dedica del Museo, l’ottenimento dell’intitolazione della Piazzetta antistante il Museo, l’organizzazione di convegni biennali dedicati al pensiero formativo ed educativo di colui che, in questi anni, da Beato è diventato Santo.
Per ricordare e festeggiare in modo particolarmente solenne il decennale del Museo e la figura del Santo dell’educazione, sabato 27 aprile alle 20.30 presso la palestra dell’Istituto Rosselli di Artogne si terrà una serata di gala, alla quale partecipano la banda cittadina di Artogne ed i Cori La Pineta di Costa Volpino e Vallecamonica di Darfo Boario Terme. La serata vedrà la presenza dei Pavoniani con il Superiore di Brescia Padre Lorenzo Agosti, che ricorderà la figura e l’opera di San Lodovico Pavoni, l’uomo che ha fatto dell’educazione dei giovani il carisma di una vita intera. L’organizzazione è curata dall’Associazione “Amici di Artogne”, fondata da Simone Quetti.

Articolo tratto da “La Voce del Popolo”, settimanale della Diocesi di Brescia,
16, 18 aprile 2019, pag. 11, a firma di Davide Alessi.



10 anni del Museo della Stampa di Artogne (BS)


Artogne 27 aprile 2019



Camminata Pavoniana 2019


campav00campav01campav02campav03



Camminata Pavoniana 2019


Ventesima Camminata Pavoniana da Brescia a Saiano,
nel 170° anniversario della morte di san Lodovico Pavoni
Sabato 6 aprile 2019


Si terrà sabato 6 aprile la 20ma Camminata Pavoniana da Brescia a Saiano in Franciacorta. Avviene come ogni anno nel sabato più vicino al giorno che ricorda la morte di san Lodovico Pavoni, avvenuta il 1° aprile del 1849, cioè esattamente 170 anni fa. Era la Domenica delle Palme e l’ultima delle Dieci Giornate di Brescia. Padre Lodovico Pavoni aveva accompagnato a piedi sotto la pioggia i ragazzi del suo Istituto di San Barnaba in città, per sottrarli dalle violenze scoppiate in seguito alla rivolta dei Bresciani contro gli Austriaci. Quel percorso gli procurò una broncopolmonite, che in pochi giorni lo portò alla morte. Egli ha amato i suoi ragazzi fino alla fine, fino a dare loro vita. È stato un martire della carità.
Dal 2000 ogni anno attorno al 1° aprile si propone questa Camminata, per ricordare quel gesto e per esprimere gratitudine al Signore per quanto padre Pavoni ha compiuto in favore dei ragazzi, specialmente dei più poveri e dei più esposti al fallimento della vita. Egli ha dato inizio ad un innovativo intervento educativo, fondato sull’educazione attraverso il lavoro, che continua ad estendere i suoi benefici effetti ancora oggi, attraverso la Congregazione religiosa da lui fondata.
Di anno in anno la Camminata ha visto crescere il numero dei partecipanti. Quest’anno si prevede la partecipazione di circa ottocento persone, prevalentemente ragazzi e giovani, ma anche adulti e famiglie, perché l’evento è aperto a tutti. Ricorrendo il 170° anniversario della morte di san Lodovico Pavoni, si sottolineerà in particolare il tema della luce che scaturisce dalla stanza di Saiano. Quel luogo, dove padre Pavoni è morto, è la stanza della luce. La luce di un testimone della predilezione di Gesù verso i piccoli. Quella stanza, posta accanto alla chiesa del convento francescano di Saiano, conservata com’era nel 1849, è stata dotata di un’illuminazione, che crea un’atmosfera di silenzio e di preghiera. Lì si possono cogliere come vive e attuali le ultime parole di san Lodovico Pavoni, il suo testamento: «Abbiate fede, siate coraggiosi. Dio dal suo santo trono dispone e regge i destini degli uomini. Fate sempre del bene... e amate Gesù e la Mamma nostra, l'Immacolata. Miei cari... addio».
Verso quel luogo, con un percorso di 14 chilometri, si dirigeranno i partecipanti alla Camminata, e costituiranno un lungo serpentone rosso, dal colore delle magliette che tutti potranno indossare.
Preceduta da un momento di preghiera sulla tomba di san Lodovico Pavoni, la Camminata avrà inizio alle ore 14.00 dal sagrato della Chiesa di S. Maria Immacolata in Via Lodovico Pavoni 11.
Dopo una sosta all’oratorio di Gussago, la Camminata si concluderà per le ore 19.30 al Convento francescano di Saiano, dove, insieme con altri momenti animati dai ragazzi provenienti dalle comunità pavoniane del nord Italia, si ricorderà il sacrificio estremo della vita di san Lodovico Pavoni.

Opera Pavoniana, Via Lodovico Pavoni 9-11
Brescia, marzo 2019.